Divinità di Gesù

Una domanda a cui dobbiamo rispondere

Egli disse loro: «E voi, chi dite che io sia?». E Simon Pietro, rispondendo, disse: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». (Matteo 16:15-16)

Che Gesù di Nazareth sia un personaggio storico veramente esistito oggi è fuori discussione, ma la domanda che circa duemila anni fa Egli poneva è ancora di grande attualità.

Poi Gesù con i suoi discepoli, se ne andò per le borgate di Cesarea di Filippo; e lungo il cammino interrogò i suoi discepoli, dicendo loro: «Chi dice la gente che io sia?». (Marco 8:27)

Oggi come allora i pareri sono diversi e discordanti, alcuni sono come allora offensivi e impronunciabili, altri, e sono i migliori, limitano la persona del Salvatore, facendone semplicemente un uomo come tanti altri. La risposta di Pietro è straordinaria e mette in evidenza la natura divina del Salvatore: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».

Egli era già prima della sua venuta tra gli uomini, non è venuto dalla terra ma è disceso dal cielo; non è nato da seme umano ma si è miracolosamente incarnato nel seno di Maria; non è il discendente di Adamo, ma è il secondo Adamo. Il primo cioè di una nuova creazione, prima di essere uomo è il Figlio Unigenito di Dio.

Ecco perché la sua vita, la sua morte e la sua resurrezione sono state indispensabili per espiare il peccato degli uomini. Ogni uomo è chiamato in proprio a rispondere a questa domanda, ogni uomo deve dare una definizione alla persona di Gesù. Anche tu devi dichiarare chi è Gesù per te.

Sappi che, dalla risposta che diamo dipende la nostra eternità, è importate che andiamo alla Bibbia per saperne di più e per essere convinti della grandezza e dell’unicità del Salvatore. Non riduciamo Gesù a un semplice uomo, ma confessiamolo come Figlio di Dio, Signore e Salvatore della nostra vita. Rifiutiamo ogni altra affermazione, che se accettata, ci priverà del dono che Dio fa a tutti quelli che credono, “la vita eterna”, proclamiamo Gesù Signore e noi come Pietro saremo beati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *