Ricchezza

Una potenza temibile: il denaro

L’avidità del denaro infatti è la radice di tutti i mali e, per averlo grandemente desiderato, alcuni hanno deviato dalla fede e si sono procurati molti dolori. (1 Timoteo 6:10)

Era un edifico imponente, ma una sua facciata era screpolata dall’alto al basso, conseguenza del lavoro di ingrossamento delle radici di un enorme platano vicino. L’ombra generosa di quest’albero era troppo apprezzata durante l’estate, in quel paese del sud, perché si pensasse di abbatterlo. A poco a poco, l’albero aveva preso il sopravvento sull’edificio.

La Bibbia ci parla del denaro come la radice di ogni sorta di mali nella società: liti, frodi, furti, dissolutezza, assassini, guerre ecc. Esso esercita il suo lavoro di scalzamento nel cuore stesso dell’individuo che cerca di arricchirsi senza mai essere soddisfatto. Il denaro lo domina a poco a poco e provoca come una fessura nella sua moralità.

Si impadronisce della sua coscienza e lo porta a sfidare Dio. Quante persone, possedute così dalla passione per il denaro, rifiutano di venire al Signore!

Chi ama il denaro non si sazia di denaro, e chi ama le ricchezze non ne trae profitto. Anche questo è vanità. (Ecclesiaste 5:10)

Ma Dio vuole liberarci da questo terribile potere. Liberazione dolorosa, perché viene stappata una parte di noi stessi, ma altresì salutare perché ci introduce nel mondo di Dio, il mondo della gratuità e della libertà. In risposta all’amore divino e con la contemplazione dell’esempio di Gesù Cristo, il credente è guidato al dono di se stesso, dei suoi beni, del suo tempo, del suo denaro. Vieni, così, praticamente liberato dalla schiavitù del denaro.

Dio ci faccia fare progressi in questa vita di libertà e di gioia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *