Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri. (Giovanni 13:35)

Siamo dei testimoni dell’amore di Dio? Quando vediamo attorno a noi il male, la violenza e la menzogna, forse siamo portati a rassegnarci e tacere? Se dalla nostra vita scompare la gioia, se lo scoraggiamento prende il posto della fede, noi non mostriamo più agli altri la via che porta a Dio.

cielo01Per essere testimoni del amore di Dio, bisogna prima averlo sperimentato. Bisogna avere conosciuto l’amore che Dio ha per noi e averlo creduto.

E noi abbiamo conosciuto e creduto all’amore che Dio ha per noi. Dio è amore; e chi dimora nell’amore dimora in Dio e Dio in lui. (1 Giovanni 4:16)

Sarebbe giusto tenere nascosta una tale esperienza? Essa non dovrebbe invece produrre uno slancio verso gli altri? L’amore fra i credenti della chiesa primitiva, faceva dire a coloro che non credevano: “Vedete come si amano!” Quei primi cristiani vivevano ciò che credevano. Si aiutavano a vicenda, visitavano i malati e quelli che erano incarcerati per la loro fede, e si prendevano cura dei loro bambini. Il loro amore era visibile.

Dove trovavano la forza per un tale amore? In una relazione vivente e fiduciosa col Signore Gesù. Questo succede anche oggi. Quando viviamo con la gioia che viene dal Cristo risorto e in comunione con Lui, l’amore prende il posto dell’egoismo.

Il timore di Dio, troppo spesso ridotto alla semplice osservanza di norme e precetti umani, è rinnovato e reso più vivente e sincero. La fedeltà a Cristo dà un nuovo slancio al nostro cuore e alla nostra vita. Con il suo soccorso possiamo essere suoi testimoni presso quelli che ci stanno intorno.

Chi ama Dio ami anche suo fratello. (1 Giovanni 4:21)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia