Vivere bene

Poiché l’amore di Cristo ci costringe, essendo giunti alla conclusione che, se uno è morto per tutti, dunque tutti sono morti; e che egli è morto per tutti, affinché quelli che vivono, non vivano più d’ora in avanti per sé stessi, ma per colui che è morto ed è risuscitato per loro. (2 Corinzi 5:14-15)

Per alcuni, vivere bene è poter fare ciò che piace; così non fanno altro che ricercare la propria soddisfazione. Vivono per se stessi e il proprio essere è messo al centro di ogni cosa. Ma vivere per se stessi è una prigionia.

Che giova infatti all’uomo, se guadagna tutto il mondo e poi perde la propria anima? Ovvero, che darà l’uomo in cambio dell’anima sua? (Matteo 16:26)

Per altri, vivere bene, significa vivere una vita moralmente retta, cercando di rispettare le regole e i doveri stabiliti dall’etica. Questo è ciò che spesso propongono le religioni; o meglio, questa è la percezione che danno.

Ma queste due vie non potranno far altro che deluderci, perché ci tengono concentrati su noi stessi; sia che diventiamo indifferenti in rapporto al male, quindi soddisfatti di noi stessi, sia che ci affliggiamo quando prendiamo atto che tutti i nostri sforzi sono insufficienti per fare il bene.

Infatti io so che in me, cioè nella mia carne, non abita alcun bene, poiché ben si trova in me la volontà di fare il bene, ma io non trovo il modo di compierlo. (Romani 7:18)

La Bibbia ci offre un’altra strada: Gesù Cristo. Vivere bene si può soltanto se, per mezzo della fede, riceviamo la nuova vita, offerta dall’amore e dalla misericordia di Dio che perdono chiunque si avvicina a Lui per mezza della fede.

Solo così potremo gustare, durante la nostra esistenza terrena, la vera gioia di essere amati da Dio, di conoscerlo come il nostro Padre, di vivere in comunione con Lui e di essere dei testimoni per il Signore Gesù nell’attesa di essere con Lui nella casa del Padre, nella gioia eterna.

Voi infatti siete stati salvati per grazia, mediante la fede, e ciò non viene da voi, è il dono di Dio, non per opere, perché nessuno si glori. (Efesini 2:8-9)

Leave a Reply