Accresci la nostra fede

Marco 4 narra la storia di Gesù e dei suoi discepoli in una barca, sballottati dal mare in tempesta. Mentre immaginiamo la scena, Cristo ha appena calmato le onde con un solo comando. Poi si gira verso i suoi discepoli e chiede loro: “Come mai non avete fede?” (vedi Marco 4:40).

Penserai forse che questo apostrofo di Gesù sia strano e rude. Era normale avere paura in una tempesta del genere. Ma Gesù non li stava rimproverando per quel motivo. Piuttosto stava dicendo loro: “Dopo tutto il tempo che avete trascorso con me, ancora non sapete chi sono. Com’è possibile che abbiate camminato con me così a lungo, senza avere intimità con me?”.

Infatti, i discepoli erano rimasti stupiti dall’incredibile miracolo compiuto da Gesù. “Ed essi furono presi da gran timore e dicevano tra loro: «Chi è dunque costui al quale anche il vento e il mare ubbidiscono?»” (4:41).

Riuscite ad immaginarlo? I discepoli di Gesù non lo conoscevano. Li aveva chiamato uno ad uno perché lo seguissero. E aveva ministrato insieme a loro a moltitudini di persone. Avevano visto miracoli di guarigione e come aveva nutrito masse di persone affamate. Ma ancora non conoscevano chi fosse realmente il loro Maestro.

Tragicamente, lo stesso vale per noi oggi. Moltitudini di cristiani sono in barca con Gesù, ministrano insieme a lui, raggiungono moltitudini nel suo nome. Ma non sanno chi è veramente il loro Maestro. Non hanno trascorso del tempo in intima comunione con lui. Non si sono mai seduti in silenzio alla sua presenza, non gli hanno aperto il cuore, aspettando e ascoltando per comprendere ciò che voleva dir loro.

Vediamo un’altra scena a proposito della fede dei discepoli in Luca 17. I discepoli vennero da Gesù chiedendo: “Accresci la nostra fede” (Luca 17:5). Molti cristiani oggi si pongono la stessa domanda: “Come posso ottenere la fede?”. Ma non cercano il Signore stesso per ottenere una risposta.

Se vuoi accrescere la tua fede, devi fare la stessa cosa che Gesù disse ai discepoli di fare in questo brano. Come rispose alla loro richiesta di fede? “Preparami la cena, rimboccati le vesti e servimi affinché io abbia mangiato e bevuto, poi mangerai e berrai tu” (17:8). Gesù stava dicendo, in effetti: “Indossa le tue vesti di pazienza. Poi vieni alla mia tavola e dammi da mangiare. Voglio che mi nutri. Dopo aver lavorato per me tutto il giorno, avrai comunione con me. Siedi qui con me, apri il tuo cuore e impara da me!”.

Source: http://davidwilkersoninitalian.blogspot.com