Che cosa guardi?

Dov’è il re dei Giudei che è nato? Poiché noi abbiamo visto la sua stella in Oriente e siamo venuti per adorarlo. (Matteo 2:2)

La venuta del Re era attesa da Israele, essendo stata profetizzata e promessa molti anni prima. La notte in cui essa di compì e nacque Gesù, anche dei magi d’Oriente, osservatori delle stelle e del cielo, accorsero a Betlemme seguendo la stessa che avevano individuato quale segno del particolare evento.

Tuttavia poco importa della stella, che fu soltanto uno strumento per arrivare allo scopo principale: adorare Gesù. Spesso, infatti, si può commettere l’errore di perdere di vista quello che è l’obiettivo unico e fondamentale della nostra vita, andando alla ricerca ostinata di segni e mediatori che poi diventano idoli fuorvianti, i quali non fanno altro che allontanarci da Dio.

La nostra mente e il nostro cuore devono essere rivolti a Colui che è il Vivente e il Vero, a Gesù, per riconoscerlo e accettarlo quale Re nella nostra vita.

Forse di recente qualcuno ti ha parlato di Gesù e ti ha portato a Lui, oppure qualche segno o evento ti hanno condotto a Lui. La parola di oggi ti dice che adesso devi accentrare la tua attenzione completamente su Cristo, di accoglierlo come Sovrano nel tuo cuore, adorarlo e di lasciare che sia Lui a guidarti con la luce dell’Evangelo; non guardare altrove.

Facebooktwitterlinkedintumblr

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *