Fidarsi di Dio

La mia giustizia è vicina, la mia salvezza sta per apparire, le mie braccia giudicheranno i popoli; le isole spereranno in me, confideranno nel mio braccio. (Isaia 51:5)

Il cristiano non ha niente di duraturo in terra su cui fare affidamento, e si appoggia soltanto su Dio. Quando la sua barca si inclina, e nessun soccorso umano può essere d’aiuto, egli deve semplicemente e interamente affidarsi alla provvidenza e cura di Dio.

A volte non ci rimettiamo al nostro Dio per la moltitudine dei nostri amici; ma viceversa quando ci ritroviamo soli e a fare i conti con le nostre miserie, corriamo dal Padre per essere abbracciati. Quando siamo appesantiti da problemi tanto opprimenti e particolari da non poterli raccontare a nessun altro che al nostro Dio, possiamo essere grati per essi; poiché allora conosceremo il Signore più che in ogni altro tempo.

Oh, credente scosso dalla tempesta, è una felice difficoltà quella che ti porta a tua Padre! Ora che hai solo il tuo Dio in cui riporre la tua fiducia, confida pienamente in Lui. Non disonorare il tuo Signore e Maestro con indegni dubbi e paure; sii forte nella fede, dando gloria a Dio. Mostra al mondo che per te il tuo Dio ha un valore inestimabile.

Mostra ai ricchi quanto sei ricco nella tua povertà quando il Signore Iddio è il tuo aiuto. Mostra ai forti quanto forte sei nella tua debolezza quando sotto di te ci sono le braccia eterne. Ora è il momento degli atti di fede e delle valorose prodezze.

S.D.C.

Facebooktwitterlinkedintumblr

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *