Finché la corrente non passa….

Si sono scritti migliaia di libri sull’elettricità, sulla sua natura, i suoi effetti, il suo impiego. Potresti riunire un’intera biblioteca su questo argomento, leggere tutti questi libri, passarvi la tua essistenza. Ma questo no potrà produrre l’accensione della più debole lampadina, né mettere in azione il minimo motore. Bisogna applicare le nozioni che quei libri forniscono, raccordarsi alla rete, collegare gli apparecchi….

Analogamente non basta possedere la Bibbia, e neppure leggerla. Non basta né per la tua salvezza eterna, né per una sana direzione da seguire nella tua vita in questo mondo. Bisogna che la metti in pratica, devi sottometterti ai suoi insegnamenti, lasciarla agire in te e successivamente attraverso di te.

Perciò, deposta ogni lordura e residuo di malizia, ricevete con mansuetudine la parola piantata in voi, la quale può salvare le anime vostre. E siate facitori della parola e non uditori soltanto, ingannando voi stessi. Poiché, se uno è uditore della parola e non facitore, è simile a un uomo che osserva la sua faccia naturale in uno specchio; egli osserva se stesso e poi se ne va, dimenticando subito com’era. Ma chi esamina attentamente la legge perfetta, che è la legge della libertà, e persevera in essa, non essendo un uditore dimentichevole ma un facitore dell’opera, costui sarà beato nel suo operare. (Giacomo 1:21-25)

Ricevi la sua Parola con semplicità e fede, inizia una relazione personale con Dio in un’umile e fiduciosa dipendenza, rivoluzionerà la tua vita. Non è ciò che sappiamo della Bibbia che conta, ma ciò che facciamo in base a ciò che sappiamo.

La prima cosa da fare è credere a Gesù Cristo che ha compiuto ogni cosa per noi. Solo in seguito possiamo fare qualche cosa per Lui.

Facebooktwitterlinkedintumblr

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *