La realtà spirituale

Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare. (1 Pietro 5:8)

C’è un errore molto comune che oggi vogliamo dissipare perché sta prendendo larga piega in tutto il mondo cristiano: quello delle malattie mentali. Un consigliere di chiesa affermò: “Non c’è modo di stabilire che la sua malattia sia di origine demoniaca, quindi è mentale!”.

Accettare la definizione secolare del problema, non significa che le sue cause siano solo ed esclusivamente fisiche. Termini come schizofrenia, psicosi, paranoia ecc., sono solo etichette per i sintomi che esse rappresentano, ma non ne definiscono la causa precisa.

Perché allora limitarsi ai sintomi, senza cercare le cause? Siano problemi neurologici, ormonali, psicologici, squilibri chimici o tutto insieme, trovata la e le cause, dovrebbero scomparire anche i sintomi, perché questo allora spesso non accade?

Non dovremmo essere sorpresi che gli psicologi secolari gli diano una spiegazione naturale perché la loro visione è limitata al naturale. Chi conosce però l’esistenza del mondo spirituale, sa bene che spesso i problemi spirituali hanno anche ripercussioni fisiche.

Attenzione, non tutte le malattie sono spirituali e non tutte sono solo naturali! La questione è che molti cristiani accettano la spiegazione secolare per nascondere il proprio senso di fallimento nel mondo spirituale. Si sa che la nostra fede dev’essere provata per crescere, ma molti, di fronte ai primi ostacoli, lo dimenticano ed accettano qualsiasi soluzione mascheri questa situazione.

Ebrei 11:6 dice che senza fede, però, è impossibile piacere a Dio e chi si accosta a Lui deve credere che Egli è il Dio dell’impossibile che può ogni cosa. Davanti ai limiti umani e della scienza, cosa farai: ti rassegnerai o continuerai a credere aspettando il miracolo?

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *