L’Altissimo

Il SIGNORE è superiore a tutte le nazioni e la sua gloria è al di sopra dei cieli. (Salmi 113:4)

Il gruppo di Salmi che vanno dal 113 al 118 costituivano l’inno che gli Ebrei cantavano nelle feste di Pasqua. Qui viene celebrato Dio al di sopra di tutti e come molti passi della Bibbia ci ricordano che uno dei nomi di Dio è l’Altissimo.

Nessuna nazione della terra può pensare di innalzarsi fino a Dio. Una qualsiasi causa improvvisa quale un’inondazione, un meteorite o altro potrebbe spazzarla via in un attimo. La Bibbia ci parla di ciò; di catastrofi naturali in grado di devastare intere nazioni e le paure che si risvegliano negli uomini ogni qualvolta siamo di fronte a questi pericoli non sono infondate.

Chi è simile al SIGNORE, al nostro Dio, che siede sul trono in alto, che si abbassa a guardare nei cieli e sulla terra? (Salmi 113:5-6)

Un Dio così grande è capace di occuparsi del misero nella polvere … e la cosa più bella è che questo Dio trascendente e infinitamente potente non manca di interessarsi alle miserie degli uomini.

Egli rialza il misero dalla polvere e solleva il povero dal letame, per farlo sedere con i prìncipi, con i prìncipi del suo popolo. (Salmi 113:7-8)

Dio si occupa di ogni singolo uomo, per soccorrerlo e risollevarlo. Egli è potente da esaudire ogni desiderio, anche quelli più intimi e donare la felicità.