Piccole scintille, grandi incendi

Così anche la lingua è un piccolo membro, eppure si vanta di grandi cose. Osservate: un piccolo fuoco può incendiare una grande foresta! (Giacomo 3:5)

Nel giugno del 2002 l’incendio Hayman distrusse oltre centotrentamila acri di foresta nelle montagne del Colorado. Il fumo anneriva il cielo, togliendo il respiro persino agli abitanti delle città lontane decine di chilometri. Migliaia di persone furono evacuate e si spesero ingenti somme di denaro per combattere le fiamme che ebbero inizio da un piccolo fiammifero. Una minuscola scintilla innescò un incendio enorme.

Giacomo descrive il danno fatto dalle nostre parole avventate e sconsiderate proprio in questo modo. La Bibbia ci esorta a non sottovalutare il potenziale distruttivo di quello che diciamo. Un commento “incendiario” può far divampare un rogo indomabile e distruttivo. Il modo migliore per prevenire le fiamme della rabbia e dell’invidia consiste nell’evitare di accendere il primo fiammifero.

Dobbiamo permettere alla luce di Dio di esaminare i nostri pensieri prima che escano dalla nostra lingua. Attingendo alla sapienza di Dio, attraverso la Sua Parola, possiamo spegnere le scintille del dissenso e pronunciare invece parole di pace che spengono ogni critica distruttiva.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *