Ricchezze effimere

Quel che fa ricchi è la benedizione del SIGNORE e il tormento che uno si dà non le aggiunge nulla. (Proverbi 10:22)

Era uno degli uomini più ricchi al mondo. Conosciuto soprattutto per la sua sfrenata ambizione per gli eccessi di ogni tipo e la sua passione per le feste sfarzose, è morto nel sonno per una crisi cardiaca. Era il simbolo del capitalismo trionfante negli anni del boom, e aveva appena festeggiato i settant’anni.

La Bibbia presenta il caso di un uomo molto ricco, soddisfatto del proprio successo, che riponeva la sua fiducia nelle proprie ricchezze. Ma Dio gli dice: “Stolto, questa notte stessa l’anima tua ti sarà ridomandata; e quello che hai preparato, di chi sarà?” (Luca 12:20).

In quella notte, all’improvviso, la vita gli è stata tolta. Contava su un benessere effimero, aveva dimenticato Dio nel quale sono le ricchezze eterne: il Suo amore, il Suo perdono, la Sua pace, la vita, tutto offerto gratuitamente grazie al sacrificio di Gesù Cristo sulla croce.

Il Signore ha più volte denunciato la futilità delle ricchezze che si accumulano sulla terra, per invitarci ad ammassare dei tesori in cielo.

Non fatevi tesori sulla terra, dove la tignola e la ruggine consumano, e dove i ladri scassinano e rubano; ma fatevi tesori in cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove i ladri non scassinano né rubano. (Matteo 6:19-20)

Egli stesso infinitamente ricco perché era Dio, è vissuto nella povertà per arricchire noi dei beni del Suo amore.

Infatti voi conoscete la grazia del nostro Signore Gesù Cristo il quale, essendo ricco, si è fatto povero per voi, affinché, mediante la sua povertà, voi poteste diventare ricchi. (2 Corinzi 8:9)

La nostra vita terrena non è che un vapore che appare per un po’ e poi sparisce. Non sciupiamola alla ricerca di tante cose che saremo presto costretti a lasciare! Gesù Cristo, invece, ci offre ricchezze stabili e durature.

Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che nella sua grande misericordia ci ha fatti rinascere a una speranza viva mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti, per una eredità incorruttibile, senza macchia e inalterabile. Essa è conservata in cielo per voi, che siete custoditi dalla potenza di Dio mediante la fede, per la salvezza che sta per essere rivelata negli ultimi tempi. (1 Pietro 1:3-5)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.