Tra noi e Dio

Il popolo dunque se ne stava lontano, ma Mosè si avvicinò alla nuvola dov’era Dio. (Esodo 20:21)

Immagina di stare ai piedi di una montagna, a gomito a gomito con i tuoi vicini di casa, i tuoi colleghi di lavoro o i tuoi compagni di scuola. Tuoni e lampi; poi senti un fortissimo suono di tromba. In mezzo alle fiamme, Dio scende sulla sommità della montagna. La cima è avvolta dal fumo; tutta la montagna inizia a tremare, proprio come te.

Quando il popolo d’Israele ebbe questa terrificante esperienza nei pressi del Monte Sinai, chiese a Mosè di fare da mediatore tra loro e l’Onnipotente. “Il popolo dunque se ne stava lontano, ma Mosè si avvicinò … dov’era Dio”. Dopo avere incontrato il Signore, scese dalla montagna e portò il messaggio alla gente.

Oggi noi adoriamo lo stesso Dio che mostrò la Sua sconvolgente grandezza al Monte Sinai. Poiché Dio è perfettamente santo e noi disperatamente peccatori, non possiamo avere comunione con Lui.

Anche noi, lasciati a noi stessi, inizieremo a tremare – e dovremmo! – per il terrore. Ma Gesù “si è incontrato” con la giustizia di Dio al posto nostro, non sul Sinai ma al Calvario, dove si è fatto carico dei nostri peccati e si è fatto mediatore tra noi e Dio. Non tremare, credi in Gesù e anche tu conoscerai Dio.

Facebooktwitterlinkedintumblr

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *