Un mistero svelato

Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi. (Romani 5:8)

Una delle attrazioni più popolari d’Inghilterra sono le grandi pietre di Stonehenge. Questi enormi blocchi di granito sono ancora oggi un gran mistero. Ogni anno molta gente che le ammira si chiede: “Perché furono erette?”. Chi eseguì questa straordinaria opera ingegneristica e come hanno fatto a realizzarla?”. Ma i visitatori lasciano il sito senza aver ricevuto risposta da parte delle silenziose pietre. Il mister rimane.

La Scrittura ci parla di un mistero ben più grande: Dio è venuto a vivere tra di noi come un uomo. Paolo scrive: “Grande è il mistero della pietà: Colui che è stato manifestato in carne, è stato giustificato nello Spirito, è apparso agli angeli, è stato predicato fra le nazioni, è stato creduto nel mondo, è stato elevato in gloria” (1 Timoteo 3:16).

Questa breve descrizione sulla vita in Cristo – il mistero della pietà – è interessante. Ciò che indusse il Creatore dell’universo a venire a morire per le Sue creature, tuttavia, non è un mistero, infatti “Dio mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi” (Romani 5:8)”.

Il grande amore di Dio per noi è alla base del mistero della pietà e la croce l’ha svelato a tutti.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *