Gusta e scopri

L’orecchio non esamina forse le parole, come il palato assapora i cibi? (Giobbe 12:11)

Un noto professore universitario, stava tenendo una conferenza sull’esistenza o meno di un essere superiore che governi il mondo, un Dio. Ovviamente, essendo ateo, la sua conferenza era basata su tutte le teorie che sostengono che non esiste alcun Dio.

Mentre insegnava, un uomo anziano seduto in fondo all’aula, si alzò e s’incamminò verso la cattedra, sbucciando un’arancia.

Quando giunse alla cattedra vi si sedette sopra e continuò a gustare il suo frutto. Sentendo quel delizioso profumo, al professore venne l’acquolina in bocca, così disse all’uomo: “Quest’arancia è buonissima!”. “Cosa ne sa, l’ha mica provata?” rispose l’altro. Il professore rispose di no e l’uomo, porgendogli l’arancia disse: “Ecco la provi e mi dica se è buona!”. L’insegnante l’assaggiò ed esclamò: “Ha un sapore che non avevo mai sentito!”. “Come fa a dirlo?” chiese l’altro; il professore rispose: “Perché l’ho assaggiata”. L’anziano, con viso sorridente perché aveva raggiunto il suo scopo, disse al professore: “Con Dio è la stessa cosa!”.

L’esistenza di Dio è innegabile, basta guardare la grandezza e la perfezione della creazione. Se, però, come questo professore universitario, anche tu non credi che Egli esiste, non giungere a conclusioni affrettate, ma cercaLo! Solo gustando il Suo sapore, potrai scoprire la Sua essenza!

Leave a Reply