Il segreto della serenità

In pace mi coricherò e in pace dormirò, perché tu solo, o SIGNORE, mi fai abitare al sicuro. (Salmi 4:8)

Il salmista esprime lo stridente contrasto esistente tra le difficili circostanze esterne, in cui si era venuto a trovare, e la certezza che dimorava nel suo cuore.

Sembra difficile credere che l’atteggiamento di tranquillità di cui diede prova Davide fosse l’espressione di un uomo perseguitato ingiustamente e in costante pericolo di vita. Eppure è proprio così. Questo perché egli, nell’invocare il Signore, non fa affidamento alla proprio giustizia, ma confida nella Sua grazia, nel Suo immenso e immeritato amore.

E’ proprio questa consapevolezza che produce in lui una certezza incrollabile. Egli è certo di ottenere l’esaudimento che già tante volte, nel passato, aveva avuto occasione di sperimentare; è sicuro che Dio gli potrà far vedere nuovamente, quella prosperità che ha dovuto abbandonare e che non potrà riottenere con metodi umani.

Egli gode di una sicurezza e di una gioia esuberante che non dipendono dall’abbondanza di beni materiali. La pace del Signore ricolma il suo cuore e gli permette di dormire “il sonno dei giusti” senza ansietà e agitazioni.

Nulla e nessuno possono togliere la pace di Cristo; poiché essa è un dono provveduto dall’amore di Dio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.