La giustificazione, un dono di Dio

Ai giorni nostri si sente spesso la parola “giustificare”. Nelle imprese si dirà che bisogna giustificare la propria retribuzione, ossia meritarla. Nella società siamo sollecitati a giustificare il nostro valore, il nostro posto.

Ma l’uso più freguente della parola riguarda il fatto di volersi giustificare agli occhi degli altri. Quante spiegazioni e discussioni, soltanto per dimostrare agli altri che abbiamo agito nel modo giusto o che non siamo colpevoli come può sembrare!

Ma la “giustificazione” della Bibbia è un’altra cosa. Significa essere considerati giusti da Dio, vale a dire non colpevoli, ed è un dono di Dio. Non è dovuta ai nostri meriti! Siamo giustificati gratuitamente per la sua grazia.

Ma ora, indipendentemente dalla legge, è stata manifestata la giustizia di Dio, alla quale rendono testimonianza la legge e i profeti, cioè la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo verso tutti e sopra tutti coloro che credono, perché non c’è distinzione; poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono gratuitamente giustificati per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. (Romani 3:21-24)

Tutte le nostre colpe, le nostre mancanze, le nostre cattive parole, le nostre bassezze, tutto ciò che possiamo rimproverarci nel segreto della nostra coscienza. Dio lo cancella se crediamo in Gesù. Nel suo amore e nella sua giustizia, Dio dichiara giusto chi crede nel Signore. Lo riveste, secondo l’espressione biblica, del “mantello della giustizia”, il che significa che è visto come giusto attraverso la perfezione di Cristo.

Poiché egli ha fatto essere peccato per noi colui che non ha conosciuto peccato, affinché noi potessimo diventare giustizia di Dio in lui. (2 Corinzi 5:21)

I peccati sono perdonati, la colpevolezza è tolta, la contaminazione è cancellata. Il credente non ha più timore di incontrare Dio. Anzi, può stare alla presenza del suo Dio e sentirsi felice!

Io mi rallegrerò grandemente nell’Eterno, la mia anima festeggerà nel mio DIO, perché mi ha rivestito con le vesti della salvezza, mi ha coperto col manto della giustizia, come uno sposo che si mette un diadema, come una sposa che si adorna dei suoi gioielli. (Isaia 61:10)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.