La tribolazione produce pazienza

Giustificati dunque per fede, abbiamo pace con Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore, mediante il quale abbiamo anche avuto, per la fede, l’accesso a questa grazia nella quale stiamo fermi; e ci gloriamo nella speranza della gloria di Dio; non solo, ma ci gloriamo anche nelle afflizioni, sapendo che l’afflizione produce pazienza, la pazienza esperienza, e l’esperienza speranza. (Romani 5:1-4)

La pazienza è necessaria e abbiamo i mezzi per raggiungerla. Attraverso la tribolazione impariamo a soffrire, in acqua impariamo a nuotare. Non possiamo imparare a nuotare sulla terra ferma né imparare ad avere pazienza senza tribolazione.

Se non sviluppiamo pazienza nella tribolazione avremo l’effetto contrario: aumenterà in noi irritazione, incredulità e ribellione. Se stiamo vivendo un momento difficile, abbiamo una grande opportunità per imparare ad avere pazienza.

Guardiamo a Gesù: ha avuto pazienza, quando nessuno credeva che Lui fosse il Figlio di Dio. Ha avuto pazienza quando lo hanno deriso. Ha avuto pazienza quando è stato crocifisso. Quella pazienza ci ha dato la possibilità di ereditare la vita eterna, perché essa lo ha condotto fino alla méta.

Una persona paziente è serena nell’anima!

Leave a Reply