L’ora della sfida

Il sale è buono, ma se il sale diviene insipido, con che cosa gli darete sapore? Abbiate del sale in voi stessi e state in pace gli uni con gli altri. (Marco 9:50)

Ciò che caratterizza meglio il valore di un uomo non è dove rimane nei momenti felici e convenienti, ma dove si trova nei momenti difficili e controversi. E’ buono stare insieme al Signore, in Lui abbiamo pace, sicurezza, conforto e felicità; nella Sua presenza c’è pienezza di allegria, nelle Sue mani siamo al sicuro.

Però c’è qualcosa in più che ci caratterizza come cristiani: obbedire a Dio e fare la Sua volontà. Dio si aspetta che siamo Suoi discepoli, che compiamo il grande mandato, quello cioè di “andare a predicare l’Evangelo”.

Si aspetta che comprendiamo che ci sono altri che non godono della stessa allegria che noi abbiamo in Lui. Ci sono molti che sono persi, che camminano senza sapere dove stanno andando, che hanno fiducia in cose futili e passeggere, che ingannano, che non hanno chi li protegga.

Dobbiamo prepararci per essere pronti alle sfide della vita per affrontarle nel nome di Gesù, per continuare ad andare avanti nonostante tutto. Anche se la cosa più comoda sarebbe indietreggiare, le lotte devono essere affrontate, la paura deve essere vinta, la fiducia deve essere la nostra amica.

E’ molto bello essere in chiesa lodando Dio, però noi viviamo nel mondo, siamo sale e luce di questa terra perché è lì che vi sono le pecore perdute, gli afflitti e i disperati. Dobbiamo presentare a questo mondo la soluzione a ogni problema: Gesù Cristo!

Leave a Reply