Non cedere all’incredulità

Mentr’egli parlava ancora, venne uno dalla casa del capo della sinagoga, a dirgli: «Tua figlia è morta; non disturbare più il Maestro». Ma Gesù, udito ciò, rispose a Iairo: «Non temere; solo abbi fede, e sarà salva». (Luca 8:49-50)

Iario, uno dei capi della sinagoga, si avvicina a Gesù, perché ha fede che il Signore guarirà la sua unica figlia e scopre che Egli è pronto ad aiutarlo.

Qualunque sia la difficoltà, che stai affrontando, sappi che Dio può operare allo stesso modo anche per te, perciò puoi accostarti a Lui con fiducia. La fede di Iairo si consolida, quando vede Gesù camminare verso casa sua, s’incrementa, quando vede Gesù operare il miracolo per la donna che aveva perdite di sangue da dodici anni.

La sua fede, però, è scossa, quando alcuni gli rapportano la notizia che su figlia è morta. Potrebbe addirittura venir meno mentre sente il cordoglio di quanto in casa piangono di dolore.

Anche la tua fede potrebbe essere condizionata da momenti difficili, nei quali forse pensi che Dio non ti ami, che tu non meriti il Suo aiuto, che è un lusso ricevere un miracolo e, addirittura, eclissarsi. Gesù, però, ti incoraggia con la Sua parola: “Non temere; soltanto continua ad aver fede!” (Marco 5:36)

Il Signore ha sostenuto la fede i Iario e fortificherà anche la tua, non cedere all’incredulità.

Leave a Reply