Non posso farci niente

Questa parola è sicura e degna di essere pienamente accettata, che Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori, dei quali io sono il primo. (1 Timoteo 1:15)

“Tu hai la fortuna di credere, hai la fede, io no. Non posso farmi violenza, non posso farci niente”. Con queste parole Valentina mette fine ad una conversazione imbarazzante …

Ma la fede è forse un privilegio riservato solo a qualcuno? No! La fede consiste nell’accettare con fiducia la testimonianza di Dio, che vuole rivelarsi alle Sue creature che ama. Bisogna “farsi violenza” per credere in Dio che ci ha creati a Sua immagine, come ci dice la Sua Parola?

Dio ha parlato all’uomo in vari modi, sempre cercando di rendere comprensibili i Suoi messaggi.

  • La creazione è il primo messaggio di Dio un messaggio universale. Questa testimonianza alla “sua eterna potenza e divinità” rende chi la rifiuta non scusabile e infelice. Non si tratta di forzare se stessi, ma di inchinarsi per adorare questo Dio così grande.

Infatti le sue qualità invisibili, la sua eterna potenza e divinità, essendo evidenti per mezzo delle sue opere fin dalla creazione del mondo, si vedono chiaramente, affinché siano inescusabili. (Romani 1:20)

  • Dio parla agli uomini anche mediante la Bibbia. Questo messaggio si rivolge alla coscienza e al cuore di tutti. A chi la legge con lucidità e senza preconcetti, Dio si rivela e gli dà di convincersi delle “realtà che non si vedono”. Credere in Lui non richiede uno sforzo intellettuale, ma un atteggiamento onesto di fiducia in Colui che parla.

Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono; infatti per mezzo di essa gli antichi ricevettero testimonianza. (Ebrei 11:1-2)

  • Dio manda anche dei messaggi più personali: nelle circostanze della nostra vita, nella nostra coscienza … E noi dobbiamo soltanto ascoltare.

Ma il messaggio più importante che Dio ci comunica è questo: Egli ci ama e ci ha dato un Salvatore che è il Suo Figlio Gesù Cristo. Rifiutare un tale messaggio equivale a disprezzarlo e a fare Dio bugiardo!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.