Saggezza in dono

Se poi qualcuno di voi manca di saggezza, la chieda a Dio che dona a tutti generosamente senza rinfacciare, e gli sarà data. (Giacomo 1:5)

Giacomo scrive a dei credenti che si trovano ad affrontare svariate prove. Non è errato immaginare, comprensibilmente, la necessità che avevano di consolazione e di liberazione. Lo Spirito Santo, però, guida l’apostolo a chiedere loro di esaminarsi per vedere se non abbiano piuttosto bisogno di sapienza.

E’ anche il tuo caso? Forse una visione egoistica e materialistica della fede ti ha portato a Cristo soltanto per trovare aiuto nei problemi contigenti e materiali, trascurando il problema del peccato e la salute spirituale della tua anima immortale.

Forse oggi l’avversario dell’anima ti affligge perché stai vivendo momenti difficili e, come la moglie di Giobbe, ti ha detto: “Ma lascia stare Dio, e muori!” Se tali pensieri ti passano per la mente, non indugiare in essi e non sentirti in colpa: hai avuto un momento di debolezza, poco sensatamente ti sei ribellato alla prova o ti sei rassegnato di fronte ad essa.

Ora, però, chiedi sapienza a Dio. Và a Cristo, con umile fede e chiedi il Suo aiuto per comprendere i Suoi piani per te. Poi resta in ascolto. La risposta presto verrà, riceverai la sapienza necessaria per cavartela e potrai ringraziare il Signore anche per le lacrime che stai versando oggi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.