Sfruttatori e sfruttati

Il cuore è ingannevole più di ogni altra cosa e insanabilmente malato; chi lo può conoscere? Io, l’Eterno, investigo il cuore, metto alla prova la mente per rendere a ciascuno secondo le sue vie, secondo il frutto delle sue azioni. (Geremia 17:9-10)

Un umorista spiegava a qualcuno, con definizione semplicistica la differenza tra capitalismo e marxismo. Il capitalismo, sapete cos’è? E’ lo sfruttamento dell’uomo per opera dell’uomo. E il marxismo? Ebbene, è il contrario!

La storia lo conferma perfino troppo, lo sfruttato di ieri diventa lo sfruttatore di oggi, la ruota gira, solo una cosa non cambia: il cuore umano, sotto tutti i regimi politici e tutte le forme di società rimane tristemente simile a se stesso e al ritratto che ne fa la Sacra Scrittura.

In realtà l’uomo, ne sia cosciente o no, è sempre uno sfruttato. Satana lo maneggia per meglio istigarlo al suo fine ultimo: trascinarlo con sé in perdizione. Conosce bene i moventi che lo fanno agire: l’orgoglio e la concupiscenza.

Come sfuggire a questo sfruttamento? Cambiando Padrone, riconoscendo l’autorità amorevole di Gesù Cristo sulle nostre vite.

Seguire Cristo è il sommo bene per l’uomo, anche se spesso crede che la felicità sta lontano dalla fede. Gesù è il nostro Pastore, Colui che ci può guidare in ogni cosa. Abbandoniamoci nelle Sue braccia e lasciamoci condurre da Colui che sa la strada che conduce al bene.

Leave a Reply