Ascoltate

Voi tutti, abitanti del mondo e quanti dimorate sulla terra, quando la bandiera sarà issata sui monti, guardate, e quando la tromba suonerà, ascoltate! (Isaia 18:3)

L’invito che il Signore ci rivole in questo giorno è di guardare. Possiamo e dobbiamo guardare soltanto alla Persona e all’opera compiuta da Gesù Cristo, il Signore. Egli ha piazzato l’insegna del Suo Regno celeste, la Sua bandiera di vittoria sul Calvario.

Chiunque rivolge per fede lo sguardo al Signore Gesù e riconosce che solamente in Lui c’è salvezza e perdono, sperimenta la Sua opera di grazia. Come Israele morso dai serpenti velenosi doveva volgere il proprio sguardo a quell’asta innalzata nel campo, così ogni credente deve folgere lo sguardo a Cristo per essere salvato.

Guardare a Gesù è indispensabile per il cammino di ogni cristiano. Quanti credenti smarriscono la strada perché guardano altrove: ai difetti degli altri, alle incoerenze del prossimo … o addirittura a sé stessi.

Fissa il tuo sguardo su Gesù e sul vessillo dell’Evanbelo e procedi spedito nel tuo cammino di fedeltà a Dio. Non guardare al vento o alle onde, continua a guardare a Cristo e non affonderai.

L’appello è a tutti gli abitanti del mondo perché Dio ha tanto amato il mondo che ha donato il Suo Unigenito per la salvezza dell’umanità: guarda a Lui e sarai salvato.

Leave a Reply