Cristiani o puzzle?

Quelli che confidano nel SIGNORE sono come il monte di Sion, che non può vacillare, ma sta saldo in eterno. (Salmi 125:1)

Qual è la causa della nostra instabilità? Perché non siamo fermi e costanti, in qualsiasi situazione? Perché crediamo solo quando tutto ci va bene? Se abbiamo una buona occupazione, sorridiamo sempre. Se non l’abbiamo, non ci stanchiamo di mormorare.

Se viviamo in una bella casa, glorifichiamo Dio, se la nostra casa è modesta, la nostra vita è solo un lamento. Se abbiamo molti soldi in banca, diciamo che il Signore è fedele; se il nostro conto è esiguo o se non abbiamo niente, pensiamo che a Lui non importa di noi e che è ingiusto con noi. Crediamo che la nostra vita debba essere sempre una benedizione.

Il Signore ci guarda e desidera il meglio per noi. Quando ci sono dei periodi difficili, ci sta mettendo alla prova e edificando. Quando le risorse sono poche, Egli vuole che confidiamo in Lui per la fornitura di tutti i nostri bisogni.

Quando un’infermità raggiunge il nostro corpo, Egli vuole che confidiamo in Lui come il medico che ha la cura e la soluzione per ogni problema.

Siamo in grado di smettere di essere un “puzzle” nel Regno di Dio. Noi possiamo essere uno scenario in cui il nome di Gesù brilla.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.