La differenza

Questo è Dio, il nostro Dio in eterno; egli sarà la nostra guida fino alla morte. (Salmi 48:14)

Fino a che punto può fare la differenza lo Spirito Santo che abita nel cuore di una persona? Fino al punto di vedere una luce brillare anche nel buio più profondo!

Siamo stabili, felici, sereni e tranquilli anche quando il mondo è scosso da mille terremoti. La morte stessa, con tutta la sua tristezza e il suo dolore, non ha il potere di sospendere la musica del cuore di un cristiano ripieno dello Spirito Santo. Anzi la musica diventa sempre più chiara dolce e celeste, e anche l’ultimo atto della vita fondendosi con un coro angelico, diventa l’icona di una inspiegabile beatitudine eterna.

Siamo inoltre fiduciosi del potere del conforto divino in mezzo ad ogni circostanza. Nessuno può sapere quanta gioia potrà provare fino a quando lo Spirito di Dio non dimorerà in lui.

Eppure tutti si chiedono come si sentiranno nel giorno della loro morte, quando si rendono contro che il proprio corpo dà segni di disfacimento. Ebbene, anche in quell’istante il tuo letto potrà diventare un trono se permetti a Dio di operare donandoti innanzitutto la Sua pace.

Gesù sarà la tua luce, il Suo nome sarà la migliore musica della tua anima, e la sua persona la delizia del tuo cuore. Socrate diceva: “I filosofi possono essere felici senza musica”, e i cristiani possono esserlo anche quando sono privi di ogni motivo di giubilo.

Con Dio il tuo cuore trionferà qualunque cosa accadrà! Per la grazia dello Spirito Santo, il tuo cuore sarà sempre gioioso. Ecco la differenza che fa lo Spirito Santo in una persona; lo vuoi ricevere anche tu? Bene, chiediglielo con tutto il cuore, ed Egli verrà!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.