Motivi di lode

Celebrate l’Eterno, perché egli è buono, perché la sua benignità dura in eterno. (Salmi 107:1)

L’invito che la Scrittura ci rivolge è un incoraggiamento a lodare il Signore. E avremmo un’infinità di ragione per farlo. Eppure, paradossalmente, questa sembra proprio una cosa difficile da fare: quanti cuori chiusi e bocche cucite dinanzi a Dio!

Viviamo in una società dove gli uomini sono pronti ad osannare e celebrare i propri simili. Spesso vediamo folle deliranti o individui adoranti i propri “idoli”. Dallo sport alla musica, dalla finanza alla letteratura, persone che, per i propri pregi, eccellono nel loro campo e attirano sguardi pieni di ammirazione, cuori riconoscenti, perfino devoti.

La Bibbia, invece, ci invita a volgere i nostri occhi e il nostro cuore verso il Solo degno di essere celebrato, adorato e esaltato. Abbiamo davvero motivo di celebrare il Signore. Il versetto, infatti, ci ricorda: perché Egli è buono e perché la Sua bontà è per sempre!

Sovente dietro la bontà umana è nascosto un tornaconto e, nel migliore dei casi, tutto è circoscritto a un breve periodo. Dio, invece, ha mostrato la Sua bontà mandando Gesù a morire sulla croce per elargire la Sua benignità in eterno; quale altra ragione possiamo addurre per innalzare il Signore: per la Sua morte abbiamo ottenuto la vita; per le Sue sofferenze, guarigione; per i Suoi dolori, gioia.

Celebriamo sempre il Signore!

Leave a Reply