Non è la fine di tutto

Io, il Predicatore, sono stato re d’Israele in Gerusalemme, e ho applicato il mio cuore a cercare e a investigare con sapienza tutto ciò che si fa sotto il cielo; questa è un’occupazione penosa, che DIO ha dato ai figli degli uomini perché vi si affatichino. Io ho visto tutte le cose che si fanno sotto il sole; ed ecco tutto è vanità e un cercare di afferrare il vento. (Ecclesiaste 1:13-14)

Alla morte del marito, Maria Curie, famosa scienziata, annotava sul suo taccuino queste strazianti parole: “Lo vediamo scendere nella gran buca profonda. Riempiamo la fossa. Si gettano dei fiori. Pietro dorme il suo ultimo sonno. E’ la fine di tutto, di tutto, di tutto…”

Il dolore di quella donna che perde l’oggetto di tutto il suo amore, l’uomo con cui aveva lavorato per tanto tempo, è comprensibile. Un’intelligenza brillante che si spegne, una somma di conoscenze scientifiche che svanisce…

“E’ la fine di tutto, di tutto, di tutto…”

Eppure no, non è la fine di tutto. Il corpo ritorna alla polvere, alla terra, ma lo spirito torna a Dio.

Ricordati del tuo Creatore prima che il cordone d’argento si rompa, il vaso d’oro si spezzi, la brocca si rompa alla fonte e la ruota vada in frantumi al pozzo, e la polvere ritorni alla terra com’era prima e lo spirito torni a DIO che lo ha dato. (Ecclesiaste 12:6-7)

Morendo, l’essere umano non cessa di esistere. dovrà incontrare Dio in un modo o in un altro:

– Se uno incontra Dio carico dei propri peccati, dovrà renderne contro e sarà condannato, perché oltre ad avere commesso dei peccati, ha rifiutato il perdono che Dio gli offriva gratuitamente, in virtù del sacrificio di Cristo. Perciò non può evitare di essere bandito dalla presenza di Dio che è perfettamente santo e giusto.

– Se uno si è riconosciuto colpevole e si volge alla croce di Gesù e crede in lui, è al beneficio di quel perdono divino e della promessa.

Ho scritto queste cose a voi che credete nel nome del Figlio di Dio, affinché sappiate che avete la vita eterna e affinché continuiate a credere nel nome del Figlio di Dio. (1 Giovanni 5:13) 

Leave a Reply