Parole ingannevoli

Badate, fratelli, che non ci sia in nessuno di voi un cuore malvagio e incredulo che vi allontani dal Dio vivente; ma esortatevi a vicenda ogni giorno, finché si può dire: «Oggi», perché nessuno di voi s’indurisca per la seduzione del peccato. (Ebrei 3:12-13)

Edoardo I, re d’Inghilterra, rivolgendosi ai nobili Gallesi che non volevano assolutamente essere soggetti a un sovrano inglese, disse: “Vi dispenserò dall’essere sottomessi a me a condizione che accettiate di essere sudditi di un principe del vostro paese, un nobile senza macchia, che non sappia neppure una parole d’inglese e che io nominerò”. I nobili senza riflettere sul possibile inganno di quelle parole, accettarono.

Edoardo nominò principe di Galles suo figlio, appena nato in un castello del Galles; il bambino non sapeva una parola d’inglese”. Edoardo con tale stratagemma continuò a regnare sul Galles.

Devi vigilare e cercare sempre la guida del Signore per ogni tua decisione, perché spesso quello che di viene proposto potrebbe nascondere un inganno. Per sfuggire agli inganni diabolici occorre possedere la sapienza che viene da Dio.

La Parola ci esorta a confidare nel Signore con tutto il nostro cuore e a non appoggiarci sul nostro discernimento. Questa è la sana fiducia che ci aiuterà oggi ad evitare di restare vittime del male “per la seduzione del peccato”.

Leave a Reply