Potenti nella debolezza

Tre volte ho pregato il Signore perché l’allontanasse da me; ed egli mi ha detto: «La mia grazia ti basta, perché la mia potenza si dimostra perfetta nella debolezza». Perciò molto volentieri mi vanterò piuttosto delle mie debolezze, affinché la potenza di Cristo riposi su di me. (2 Corinzi 12:8-9)

La debolezza fisica, mentale, spirituale può essere di grande incoraggiamento per il credente. Sembra quasi un controsenso, ma la forza che si sperimenta nella debolezza non potrebbe svilupparsi in nessun altra maniera.

Quando siamo deboli, e credo sia capitato a chiunque di esserlo, riconosciamo i nostri limiti, ci soffermiamo a pensare sulle persone e le cose che ci circondano, ritroviamo comunione con Dio.

I forti sono in grado di fare tanto, ma i deboli hanno bisogno di un sostegno. Essi, però, sono a loro volta sostegno per i forti. Quante lezioni abbiamo imparato da gente sofferente che pure loda il Signore e Lo ringrazia! E quante lezioni abbiamo imparato noi stessi nella nostra propria debolezza! Abbiamo spalancato gli occhi ad una nuova visione del mondo, abbiamo riconsiderato le nostre priorità.

La debolezza è un efficace strumento di umiltà. Dio vuole farci comprendere che la Sua Grazia è più che sufficiente a sostenerci, la nostra forza è instabile e vacillante. E se a volte siamo deboli, consideriamo questo come un momento per fermarci in una vita fatta solo di corse, dove lo spazio per il Signore è sempre minore.

Ritroviamo comunione con Lui e la debolezza ci renderà forti!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *