Prova a rialzarti

Ma io ho questo contro di te: che hai lasciato il tuo primo amore. (Apocalisse 2:4)

Claudia aveva conosciuto il Signore da soli due anni, in un momento molto triste della sua vita; si era separata dal marito e aveva avuto un bambino da una relazione extra-coniugale. La grazia e l’amore del Padre nostro celeste l’avevano rialzata dal pantano del giudizio, della vergogna e del peccato e lei aveva cominciato a servirLo.

In un altro momento difficile, purtroppo però, la donna s’innamorò di un altro uomo e, senza chiedere parere alla chiesa, né principalmente al Signore, andò a convivere con lui. Non sentendosi capita, si allontanò anche dalla chiesa, cadendo in un baratro profondo.

Cercava di mostrare agli altri un volto felice e di lasciar intendere che la sua relazione con Dio andava a gonfie vele, ma la sua vita mostrava il contrario. Si sentiva stanca e senza forze, depressa e infelice e, ogni volta che tentava di tornare al Signore, una vocina le diceva che non poteva presentarsi a Dio con il peso del medesimo errore.

Andò avanti così fino a che un giorno lesse il verso di cui sopra e capì che Dio la stava nuovamente chiamando a ravvedimento. Ebbe una dura lotta con quella vocina che le diceva di no, ma alla fine il Signore trionfò. La donna chiese perdono, abbandonò il peccato e tornò al suo Primo Amore, Gesù Cristo il Signore.

Solo chi non vive non sbaglia; l’importante è rendersi conto dell’errore, lasciarlo e chiedere perdono al Signore. Non preoccuparti di quanto sia grande lo sbaglio; Dio attende la tua richiesta di perdono per sussurrarti, come adesso: “Torna al tuo Primo Amore!”.

Leave a Reply