Un cielo limpido

Ho cancellato le tue trasgressioni come una densa nube, e i tuoi peccati come una nuvola; torna a me, perché io ti ho redento. (Isaia 44:22)

Le coscienti trasgressioni dei credenti sono come una densa nuvola, tanto compatta da non lasciare trapassare alcun raggio di luce, così solida da non sprigionare alcuna pioggia vivificante sul cuore inaridito dalla colpa. Forse il male che hai commesso copre incessantemente il tuo sguardo e rabbuia il tuo volto, sì che non intravedi spiragli d’alcuna riabilitazione.

Non immaginarti Dio impaziente di scagliare fulmini dal cielo. Egli ti aspetta a braccia aperte. Torna al Signore con passi di vero ravvedimento, sperimentando come i peccati di chi Dio ha riscattato con il sangue di Gesù siano definitivamente cancellati.

Il tuo pessimismo potrebbe oscurare i pensieri riportandoli ai vecchi peccati, ma non confondere la tua memoria con quella di Dio. Quando il Signore perdona, dimentica per sempre e i nostri ricordi non possono richiamare le colpe dinanzi a Dio.

Cristo a pagato per te, non farti ottenebrare da rimorsi o frenare da rimpianti. Il cielo non è più chiuso sul tuo capo; ogni nube è diradata, perché sopra di te si è levato Cristo, la luce della giustizia. Se sei rivestito della giustizia di Colui che non ha conosciuto peccato, sii certo che Dio ti stima come se non avessi mai commesso il male e il tuo cielo si schiarirà.

Leave a Reply