Un cuore conquistato

Così, miei cari, voi che foste sempre ubbidienti, non solo come quand’ero presente, ma molto più adesso che sono assente, adoperatevi al compimento della vostra salvezza con timore e tremore; infatti è Dio che produce in voi il volere e l’agire, secondo il suo disegno benevolo. (Filippesi 2:12-13)

Tali parole, oltre al più genuino interesse per il benessere dei figli, esprimono la consapevolezza che soltanto conquistando tutta la stima e l’affetto della prole, si potrà sperare che questa vorrà condursi secondo gli insegnamenti paterni, dovunque e comunque. E’ il segreto dell’integrità spirituale, incoraggiata dalla saggezza biblica.

Figlio mio, dammi il tuo cuore, e gli occhi tuoi prendano piacere nelle mie vie; perché la prostituta è una fossa profonda, e la straniera, un pozzo stretto. (Proverbi 23:26-27)

Comportarsi secondo certe regole quando visti da altri, “educa” all’ipocrisia, ma agire nel rispetto di principi e valori in cui si crede denota una trasformazione autentica del cuore. Una salutare educazione non può basarsi sulla spinta di premi o sul freno di punizioni. Occorre generare profonda fiducia verso chi insegna, in modo da seguire le direttive anche quando questi non saprà quel che facciamo.

Ugualmente, bisogna camminare nelle vie di Dio non sulla base di “minacce”, ma fidandosi della Sua onniscienza e del Suo amore perfetto, pure negli insegnamenti che appaiono duri e perfino vani.

Dona il tuo cuore al Signore, amaLo con tutto la tua forza e scoprirai quanto è piacevole e gratificante vivere nella Sua volontà.

Leave a Reply