Un uomo che disturba

Infatti tutti quelli che vogliono vivere piamente in Cristo Gesù saranno perseguitati, ma i malvagi e gli imbroglioni andranno di male in peggio, seducendo ed essendo sedotti. (2 Timoteo 3:12-13)

Sono a Parigi, in metropolitana. Entra una signora e si siede accanto a me. Improvvisamente dice ad alta voce: “Ma lasciatelo tranquillo, non fa male a nessuno, non è cattivo!” Sorpreso, osservo cosa sta capitando: un signore sta parlando a voce alta e la persona dietro di me vorrebbe telefonare alla polizia.

Che cosa dice quell’uomo? Tendo l’orecchio: parla di Dio, del giudizio imminente che sarà ben più terribile di tutte le guerre fatte dagli uomini. Parla anche dell’Agnello di Dio, morto sulla croce … Ma non riesco a capire bene tutte le sue parole. Voltandomi verso la mia vicina le dico a bassa voce: “La cosa che disturba è il fatto che parla di Dio”.

Poi segretamente prego il Signore … Poco dopo devo scendere dalla metropolitana, lasciando i viaggiatori chi a disagio chi indifferente. E continuo a pregare per il bene di quell’uomo che “disturba” e per tutti quelli che, volenti o nolenti, hanno udito il suo messaggio.

Penso anche a te che leggi queste righe. Sei di quelli che si sentono a disagio quando si parla di Dio? O sei indifferente? Desidererei che fossi nel numero di quelli che provano gioia quando sentono parlare del Signore! E’ vero che il giudizio cadrà su chi vive senza Dio, ma è anche vero che ancora oggi Dio riceve nel suo favore che crede e gli ubbidisce.

Il Vangelo è la verità, è per questo che dovresti crederlo. Allora, quando sentirai parlare di Dio, non sarai più a disagio, ma ti rallegrerai nel profondo del cuore.

Chi è che vince il mondo, se non colui che crede che Gesù è il Figlio di Dio? (1 Giovanni 5:5)

Leave a Reply