Vincere il montepremi

Che giova infatti all’uomo guadagnare tutto il mondo, se poi rovina se stesso e va in perdizione? (Luca 9:25)

Il montepremi d’una lotteria aumenta man mano che altri giocatori tentano di aggiudicarselo. Ma più numerosi sono i giocatori più la probabilità di vincere diminuisce …

La Bibbia ci pone un interrogativo. Che serve all’uomo guadagnare tutto il mondo, tutte le ricchezze della terra? Alla fine della vita, che siamo miliardari o poveri, non porteremo nulla con noi, salvo il bagaglio dei nostri peccati, il debito enorme che abbiamo verso quel Dio santo e giusto che ciascuno di noi un giorno incontrerà.

Ma, grazie a Lui, è possibile essere liberati da questo debito! La Bibbia ci dice da chi è stato pagato il prezzo di questo riscatto: da Gesù Cristo, grazie al sangue prezioso che ha versato alla croce. E’ la Sua stessa vita che è stata data in riscatto per chiunque vuol essere perdonato dai propri peccati. Non c’è nulla da pagare, tutti possono beneficiare di questa salvezza gratuita: lo assicura il Signore stesso quando dice.

Tutto quello che il Padre mi dà verrà a me; e colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché io sono disceso dal cielo, non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. (Giovanni 6:37-38)

Il dono della Sua vita lo dobbiamo ricevere come un dono perfetto da parte di Dio, senza contropartita.

E se invocate come Padre colui che senza favoritismi di persona giudica secondo l’opera di ciascuno, conducetevi con timore per tutto il tempo del vostro pellegrinaggio, sapendo che non con cose corruttibili, come argento od oro, siete stati riscattati dal vostro vano modo di vivere tramandatovi dai padri, ma col prezioso sangue di Cristo, come di Agnello senza difetto e senza macchia, preconosciuto prima della fondazione del mondo, ma manifestato negli ultimi tempi per voi, che per mezzo di lui credete in Dio che lo ha risuscitato dai morti e gli ha dato gloria, affinché la vostra fede e speranza fossero in Dio. (1 Pietro 1:17-21)

C’è però una condizione da soddisfare: riconoscere il debito dei nostri peccati, essere convinti che siamo insolvibili, e accettare che Cristo ha pagato per noi. Ma bisogna farlo ora. Domani sarà troppo tardi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.