Vita interrotta

Ma il Signore gli disse: «Va’, perché egli è uno strumento che ho scelto per portare il mio nome davanti ai popoli, ai re e ai figli d’Israele; perché io gli mostrerò quanto debba soffrire per il mio nome». (Atti 9:15-16)

Nel capitolo 9 degli Atti leggiamo una cosa sconvolgente: Gesù interruppe la vita di Saulo da Tarso. Può sembrare un controsenso per chi legge “interruppe”, ma è proprio il termine più indicato per spiegare ciò che il Signore fece.

Naturalmente non lo uccise, ma interruppe il suo zelo per i propri ideali e per la persecuzione a danno dei cristiani e lo convertì nel suo più grande canale di benedizione. Gli donò un forte peso per i perduti e lo usò per predicare il vangelo in molti luoghi.

Hai mai visto una vita interrotta dall’incontro con Gesù? Tutte hanno una passione irrefrenabile per le anime perdute, però rattrista molto quando si sentono alcune di queste dire che la loro vita era grande prima di incontrarLo, che non gli mancava nulla, ma che ora invece si arrangiano.

Può un tesoro portare povertà a chi lo ha trovato? Come potrebbe il Signore recare miseria a chi Lo ha incontrato? C’è qualcosa che non torna!

Prima d’incontrare il Signore, molto probabilmente, lavoravamo tutto il giorno guadagnando bene, ma andavamo a coricarci vuoti ed infelici. Ora ci siamo affacciati ad una prospettiva di vita, basata non più sul materialismo, ma su una santa e celeste vocazione: dare speranza e libertà agli oppressi, annunciano il Vangelo.

Incontrare il Signore è l’esperienza più bella che si possa fare; a te è già capitato? Se non è così, cercaLo! Lui si lascerà trovare così che anche tu possa capire cosa significa una vita interrotta dall’amore del Signore.

Leave a Reply