Cattive compagnie

Non v’ingannate: «Le cattive compagnie corrompono i buoni costumi». (1 Corinzi 15:33)

Con troppa leggerezza, a volte, scegliamo di trascorrere del tempo con persone che conosciamo appena e, forse, poco raccomandabili. Soltanto una pausa caffè, una telefonata; prima una semplice cena, poi una gita o un week-end tra amici.

Spesso un passatempo o un bisogno comune, possono essere elementi che producono un cambiamento nelle nostre frequentazioni. Improvvisamente ci si ritrova legati a nuove “interessanti” amicizie, con tante esperienze da fare, cose da scoprire, da conoscere e da imparare.

Tutto inizialmente sembra essere ricco di fascino e attrattiva, ma è sempre così? Come cristiani non siamo certo chiamati a vivere una vita priva di rapporti sociali, ma è bene fare molta attenzione ai nostri passi! “Non è oro tutto quello che luccica!”.

Dobbiamo scegliere con cura le amicizie che coltiviamo, considerare bene quali obiettivi comuni vi sono, quali interessi, quali conseguenze. Frequentazioni apparentemente innocue si rivelano sovente piene di risvolti deleteri e inattesi.

La Bibbia ci esorta con un messaggio chiaro. Chiediamoci se una certa frequentazione ci avvicina a Gesù o ce ne allontana irrimediabilmente. Lasciamoci piuttosto conquistare dal Compagno migliore, facciamo in modo di vivere in intimità con Gesù!

Leave a Reply