Che cosa ascoltiamo?

Essi che hanno cambiato la verità di Dio in menzogna e hanno adorato e servito la creatura, al posto del Creatore, che è benedetto in eterno. Amen. (Romani 1:25)

Nella Bibbia vi sono numerosi passi che affermano che i pensieri del Signore sono verità, e altrettante sono le esortazioni a seguirla. Il Signore Gesù stesso dichiara nella preghiera che rivolge a Dio Suo Padre:

Santificali nella verità: la tua parola è verità. (Giovanni 17:17)

Eppure l’uomo, anche se ha a disposizione questa parola che è verità, si lascia attirare più facilmente dalle menzogne.

Nel giardino di Eden Dio aveva parlato in verità a Adamo ed Eva, aveva ordinato di non mangiare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, pena la morte. Sotto forma di serpente satana si avvicinò alla donna per dirle:

Il serpente disse alla donna: «No, non morirete affatto; ma Dio sa che nel giorno che ne mangerete, i vostri occhi si apriranno e sarete come Dio, avendo la conoscenza del bene e del male». (Genesi 3:4-5)

La donna credette a questa menzogna, e la conseguenza fu che tutta la razza umana porta il marchio del peccato.

Quello non fu che l’inizio delle falsità con le quali satana ha continuato a sedurre gli uomini, ponendo davanti a loro delle menzogne che conducono alla morte eterna. Egli suggerisce l’idea che non c’è Dio, oppure che non c’è bisogno di avvicinarsi a Lui perché Egli è buono e alla fine avrà pietà di tutti.

Oppure, al contrario suggerisce che i peccati commessi sono troppo grandi per potersi avvicinare a Dio; o, più semplicemente, invita l’uomo a rimandare ad un altro momento le decisioni spirituali, distraendolo con le illusioni della vita materiale.

Il Signore ci mette in guardia dall’ascoltare i suoi consigli.

Voi siete figli del diavolo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin dal principio e non si è attenuto alla verità, perché non c’è verità in lui. Quando dice il falso, parla di quel che è suo perché è bugiardo e padre della menzogna. (Giovanni 8:44)

Crediamo alle parole del Signore che ci ama e vuole il nostro bene. Non tardiamo a riconoscere di essere dei peccatori, crediamo che Gesù Cristo è venuto nel mondo per salvarci, e così, ricevendo il perdono, non subiremo il giudizio di Dio e vivremo eternamente con Lui.

Leave a Reply