Convincersi di peccato

Voi non avete ancora resistito fino al sangue, combattendo contro il peccato, e avete dimenticato l’esortazione che si rivolge a voi come a figli: «Figlio mio, non disprezzare la correzione del Signore e non perderti d’animo quando sei da lui ripreso, perché il Signore corregge chi ama e flagella ogni figlio che gradisce». (Ebrei 12:4-6)

Hai mai visto un padre prendere con forza suo figlio e metterlo nel posto in cui dovrebbe stare?

A volte il nostro Padre Celeste deve usare le maniere forti con noi. Anche se siamo cristiani, siamo un popolo ribelle, e quando ci allontaniamo dal cammino, Dio ci aiuta a ritornare sulla retta strada anche con le manieri forti.

Essere convinti di peccato dimostra che il credente ha una relazione con Dio.

La disciplina può essere dolorosa, ed ha un alto prezzo soprattutto quando abbiamo opposto resistenza alla pressione del convincimento. Il proposito del convincimento di peccato è quello di farci tornare alla croce, riconoscendo che Gesù Cristo è l’unico che può perdonarci.

Forse pensi che in fondo non hai commesso grandi peccati o sbagli, che dai l’elemosina alla persona che te la chiede, che in fondo quella bugia bianca è a fin di bene, che se rubi ai ricchi non è poi così grave.

Non sai una cosa fondamentale: che il diavolo è il più grande dei bugiardi e ti dice cose non veritiere; te le ripete tante volte perché tu ci creda e ti convinca che in fondo i peccati sono altri. Questo ti addormenta la coscienza e ti allontana dal convincimento di peccato.

Chiedi allo Spirito Santo di operare nella tua vita; sentirai la convinzione di avere peccato, ma anche il perdono divino di Cristo che ti renderà libero!

Leave a Reply