Dire di no a Dio

Ma io dissi: “No assolutamente, Signore; perché nulla di impuro o contaminato mi è mai entrato in bocca”. Ma la voce ribatté per la seconda volta dal cielo: “Le cose che Dio ha purificate, non farle tu impure”. (Atti 11:8-9)

Il Signore decise di usarsi di Pietro per estendere il messaggio dell’Evangelo ai pagani. Egli non avrebbe dovuto nutrire scrupoli e pregiudizi vani resistendo ai piani del Signore; invece replicò, obiettando di essere una persona pura e quindi di non volersi contaminare.

Quante volte, anche noi, seppure con parole diverse, abbiamo detto di no alla volontà di Dio, causando ostacoli all’opera Sua. Forse abbiamo esclamato: “Si, si, farò, andrò …” , ma poi a belle frasi non sono seguiti i fatti.

Abbiamo urgente bisogno di chiedere perdono e di desistere da ogni ostinazione, di essere arresi dinanzi alla Parola del Signore, di rimanere remissivi e duttili nelle Sue mani.

Potrà capitare di non capire perché Egli ci incoraggia a fare determinate cose, ma siamo chiamati a lasciarci guidare dallo Spirito Santo ovunque deciderà di condurci.

Cristo ci aiuti a deporre ogni reticenza, convinzione personale o abitudine, per sperimentare quanto sia bello e gratificante identificarsi con i programmi divini, collaborando con il conseguimento degli obiettivi da Lui prefissati, in noi e attraverso di noi.

Leave a Reply