I consigli di Dio

La via dello stolto è diritta ai suoi occhi, ma chi ascolta i consigli è saggio. (Proverbi 12:15)

Ogni uomo si trova prima o poi nella necessità di ricevere il giusto consiglio. Poter andare alla Bibbia è un grande privilegio per quelli che vogliono ascoltare “i consigli di Dio”.

Rimanere lontani da una sorgente di luce così grande ci porterà a camminare nelle tenebre e ci priverà di quella guida che è necessaria ad ogni uomo per raggiungere le più alte mete dell’esistenza. Lontani dalla Parola di Dio saremo ingannati dai nostri stessi “occhi”, le cose sembreranno giusto quando sono sbagliate, e viceversa.

Lo stolto, di cui parla questo versetto, è l’uomo senza il timore di Dio, colui che non tiene in nessun conto “i consigli dell’Altissimo”, colui che non afferma mai “alla legge! alla testimonianza!”, e per il quale non sorge mai “alcuna aurora”.

Attenetevi alla legge e alla testimonianza! Se un popolo non parla in questo modo, è perché in esso non c’è luce. (Isaia 8:20)

Egli si crede savio e pensa di potersela sempre cavare con le sue proprie forze. La capacità di ricevere consiglio non è dello stolto, e proprio per questo i risultati del suo cammino lo porteranno a sperimentare l’amarezza e la delusione.

Non è così per chi ama il Signore, per colui che ascolta ogni giorno i Suoi consigli e si mantiene al centro del Suo sentiero, quest’uomo può affermare con il salmista: “Per certo beni e benignità mi accompagneranno tutti i giorni della mia vita; e io abiterò nella casa dell’Eterno per lunghi giorni” (Salmi 23:6)

Leave a Reply