L’eternità

Perciò, come per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo e per mezzo del peccato la morte, così la morte si è estesa a tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato; perché, fino a che fu promulgata la legge, il peccato era nel mondo; ora il peccato non è imputato se non vi è legge; ma la morte regnò da Adamo fino a Mosè anche su quelli che non avevano peccato con una trasgressione simile a quella di Adamo, che è figura di colui che doveva venire. (Romani 5:12-14)

Nella scala dell’universo, che si tratti dello spazio o del tempo, l’uomo può essere posizionato nell’infinitamente piccolo. E’ un essere dalla vita effimera, fragile e con poche difese di fronte ad un ambiente complesso di cui è costretto ad affrontare i pericoli. La sua situazione non è sempre piacevole.

C’è una forza che lo spinge a gustare la vita, ed incontra molte gioie sul suo sentiero; ma è costretto a lavorare con fatica per vivere, e a sopportare la sofferenza, la malattia, l’incomprensione …

Egli non ha che un certezza: un giorno lascerà la terra in cui è vissuto, lui e tutti quelli che ha conosciuto. Il suo corpo ritornerà polvere, e molti crederanno che sia finito per sempre.

Ma credi veramente che l’essere umano non sia altro che polvere?

Ciò che Dio aveva creato era perfetto; la terra e gli innumerevoli esseri viventi, sono opera sua. Suo è l’universo infinito. Dio ha anche dato all’uomo un’anima vivente perché potesse avere una relazione con Lui. Creatura di Dio, libera di godere di questa splendida creazione, l’uomo doveva anche onorare il Creatore e rispettare la sua volontà: ma ha disobbedito rompendo il legame che aveva con la sorgente della vita. E’ così che il peccato è entrato nel mondo e, di conseguenza, la morte che colpisce tutti gli uomini senza eccezione.

Dobbiamo fare tutti un importante passo; lasciare da parte i ragionamenti e i pregiudizi, che sono imperfetti e limitati, e credere in Cristo, il Principe della vita, con un convinto atto di fede. Egli è risuscitato, e anche tutti gli uomini risusciteranno, o per la vita eterna o per la morte eterna.

Scegli subito la vita, che Dio ti offre in Gesù Cristo, e godrai ora e per sempre, la gioia infinita del Suo amore e della sua presenza.
Or questa è la vita eterna, che conoscano te, il solo vero Dio, e Gesù Cristo che tu hai mandato. (Giovanni 17:3)

Leave a Reply