L’ombrello chiuso

L’Eterno ordinerà alla benedizione di esser sopra di te nei tuoi granai e in tutto ciò a cui metterai mano; e ti benedirà nel paese che l’Eterno, il tuo DIO, ti dà. (Deuteronomio 28:8)

Stamattina mentre mi recavo a lavoro, è iniziato a piovere. Ero in macchina, quindi al coperto, giro l’incrocio e vedo una signora attraversare la strada con gli occhi semichiusi, perché la pioggia le bagnava il viso, con la schiena un po’ curva come se si volesse riparare dall’acqua, la borsa appoggiata al braccio destro e nella mano sinistra … un ombrello chiuso.

Strano, vero? Avere un ombrello in mano e decidere di bagnarsi!

Mentre proseguivo il mio tragitto verso il lavoro, riflettevo su quello che avevo visto e Dio mi ha fatto comprendere una cosa: molte volte abbiamo cose di cui godere, ma non ne usufruiamo. Dio ci benedice e rimaniamo inerti di fronte alla Sua benedizione lamentandoci come se non l’avessimo ricevuta.

Quella signora poteva non bagnarsi, solo aprendo il suo ombrello; cosa voglio dirti con questa storia?

La tua famiglia è una benedizione, godi di loro ogni giorno. I tuoi figli sono un regalo di Dio, non aspettare un avvenimento importante per portarli al parco giochi. La tua salute è una benedizione, non sciuparla vivendo una vita dissoluta. Ogni cosa che hai e di cui non godi, è come se rimanessi sotto la pioggia con l’ombrello chiuso.

Che ne dici di aprirlo?

Leave a Reply