Questioni di valori

Quindi, fratelli, tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama, quelle in cui è qualche virtù e qualche lode, siano oggetto dei vostri pensieri. (Filippesi 4:8)

Nel corso di un incontro, un editorialista dichiarava: “Ci troviamo in un periodo d’incertezza per quanto riguarda i nostri valori”. Parlava dei valori morali, quelli che devono governare il nostro comportamento nella società. Nei paesi cristiani questi valori si basano per la maggior parte sulla Bibbia. Ma oggi tutto è rimesso in discussione perché Dio è stato abbandonato e la Sua Parola ignorata.

Tuttavia, la Bibbia, resta da millenni una guida sicura. “La tua parola è veritiera” (Giovanni 17:17), diceva Gesù rivolto al Padre. Essa contiene in se stessa le prove che lo dimostrano, essendo “ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia …” (2 Timotelo 3:16).

L’ascolto della Parola di Dio fa nascere la fede. “La fede viene da ciò che si ascolta, e ciò che si ascolta viene dalla parola di Cristo” (Romani 10:17). Essa ci rivela che Gesù Cristo tramite la Sua morte in croce e la Sua risurrezione, ci accorda il perdono di Dio e tutte le benedizioni che ne derivano. Ma dobbiamo crederlo.

Per fede conosciamo Dio come un Dio d’amore e scopriamo i valori che Dio apprezza, tutti contenuti nella persona e nell’opera del Suo amato Figlio. I credenti sono invitati a non servare per sé stessi questo tesoro, ma a vivere le qualità di Gesù e a farle risplendere in questo mondo.

Voi, per questa stessa ragione, mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede la virtù, alla virtù la conoscenza, alla conoscenza l’autocontrollo, all’autocontrollo la pazienza, alla pazienza la pietà, alla pietà l’affetto fraterno e all’affetto fraterno l’amore. (2 Pietro 1:5-7)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *