Amore interessato

E’ la definizione che si potrebbe dare all’amore umano. Infatti noi siamo disposti ad amare le persone che ci amano, quelle che ci sono simpatiche, amabili. Ci risulta difficile amare chi è diverso da noi. Siamo propensi ad amare coloro che condividono il nostro punto di vista e le nostre idee.

Ma come volete che gli uomini facciano a voi, così fate a loro. Ma se amate coloro che vi amano, che merito ne avrete? Poiché anche i peccatori amano coloro che li amano. (Luca 6:31-32)

L’amore di Dio è una natura completamente diversa. Essa si è manifestata nei nostri confronti mentre eravamo: senza forza, empi, peccatori, nemici.

Perché, mentre eravamo ancora senza forza, Cristo a suo tempo è morto per gli empi. Difficilmente infatti qualcuno muore per un giusto; forse qualcuno ardirebbe morire per un uomo dabbene. Ma Dio manifesta il suo amore verso di noi in questo che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi. Molto più dunque, essendo ora giustificati nel suo sangue, saremo salvati dall’ira per mezzo di lui. Infatti, se mentre eravamo nemici siamo stati riconciliati con Dio per mezzo della morte del suo Figlio, molto più ora, che siamo stati riconciliati, saremo salvati mediante la sua vita. (Romani 5:6-10)

L’uomo ama quando trova in un’altra persona dei motivi che possono spingerlo ad avere un tale sentimento. Invece tutti i motivi che Dio aveva per amarci erano unicamente nel suo cuore, e allora il suo amore si estende a tutte le sue creature, senza distinzione alcuna.

L’amore che Dio si aspetta dall’uomo non è altro che la risposta al suo amore.

Noi lo amiamo, perché egli ci ha amati per primo. (1 Giovanni 4:19)

Questo amore produce in noi un risultato: l’ubbidienza. A questa ubbidienza di cuore del credente, Gesù e suo Padre, che è anche nostro Padre, rispondono lasciandoci un’altra promessa.

Gesù rispose e gli disse: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola; e il Padre mio l’amerà, e noi verremo a lui e faremo dimora presso di lui. (Giovanni 14:23)

Che Dio conceda a ciascuno di noi di sperimentarlo giorno dopo giorno!

Leave a Reply