Conto pagato!

E Gesù gli disse: «Un creditore aveva due debitori; l’uno gli doveva cinquecento denari e l’altro cinquanta. Non avendo essi di che pagare, egli condonò il debito ad entrambi. Secondo te, chi di loro lo amerà di più?». E Simone, rispondendo, disse: «Suppongo sia colui, al quale egli ha condonato di più». E Gesù gli disse: «Hai giudicato giustamente». (Luca 7:41-43)

Un giorno, un giovane che vendeva mercanzia porta a porta, aveva nelle tasche solamente una moneta da dieci centesimi, ed aveva fame. Così decise che avrebbe chiesto da mangiare alla prossima porta a cui avrebbe bussato. Volle il caso che alla porta a cui bussò, venne ad aprire una ragazza bellissima, che lo fece rimanere quasi a bocca aperta, così il giovane invece di chiedere da mangiare chiese un bicchiere d’acqua.

La ragazza pensò che il giovane avesse fame, e gli portò una tazza di latte. Il ragazzo bevve lentamente, e infine le chiese: “Quanto ti devo?”. “Non mi devi niente”, rispose la giovane, “mia madre mi ha insegnato a non prendere mai soldi per un atto di carità”.

Il giovane andò via con nuove forze, ma da quel giorno la sua fede in Gesù aumentò ed ebbe più fiducia anche negli uomini, lui che quel giorno era pronto a mollare tutto.

Diversi anni dopo quella giovane ragazza si ammalò e fu portata in un’altra città per ricevere le cure necessarie. Interpellarono il dotto Howard, uno dei migliori, che non appena lesse le generalità della ragazza fece l’impossibile per curarla, e ci riuscì. L’ospedale emise la fattura e il dottore, prima di consegnarla alla ragazza, la prese e vi scrisse qualcosa sopra.

Quando la donna aprì la fattura, temendo già di dover pagare una cifra esorbitante, con grande sorpresa vi trovò scritto: “Conto pagato diversi anni fa, con un bicchiere di latte”.

Anche il tuo conto è stato pagato da Gesù Cristo diversi anni fa; hai ottenuto la libertà, godine!

Leave a Reply