Il nostro Dio sa tutto

Tu mi hai investigato, o Eterno, e mi conosci. Tu sai quando mi siedo e quando mi alzo, tu intendi il mio pensiero da lontano. Tu esamini accuratamente il mio cammino e il mio riposo e conosci a fondo tutte le mie vie. Poiché prima ancora che la parola sia sulla mia bocca tu, o Eterno, la conosci appieno. (Salmi 139:1-4)

La nostra intelligenza umana accetta con difficoltà che Dio conosce il passato, il presente e il futuro di ciascuno di noi. A questo pensiero ci si sente smarriti. Ma quando le scoperte scientifiche ci rivelano la complessità dell’infinitamente piccolo, dove ogni minimo dettaglio è a dir poco stupefacente, comprendiamo che solo Dio poteva stabilire e controllare tutti gli scambi d’informazioni che, all’interno di ogni organismo, consentono la vita.

Ma c’è un fatto ancora più straordinario: Dio sa ciò che pensa ogni essere umano. Egli conosce l’origine e il risultato dei nostri pensieri, la Sua Parola arriva “fino alla divisione dell’anima e dello spirito, delle giunture e delle midolla, ed è in grado di giudicare i pensieri e le intenzioni del cuore” (Ebrei 4:12).

Il grande Dio del cielo che ha stabilito le leggi di miliardi di astri, sa meglio di noi ciò che passa per la mente di esseri insignificanti quali tutti noi siamo! Capiamo allora che non possiamo nascondergli nulla e che dobbiamo riconoscere e confessare davanti a Lui – senza timore, ma con sincerità di cuore – tutti quei pensieri che non sono in armonia con i Suoi.

Questo Dio grande e perfetto, onnisciente e onnipotente, diventa il Padre di ogni persona che crede nel sacrificio di Cristo. Un Padre che ci ama e che, soltanto per il nostro bene, s’interessa a ciò che ci riguarda. Il Suo scopo è di purificarci e di condurci su quella via che si chiama “la vita eterna” (Salmo 139:24).

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *